Cattura

Forse dovrei solo preparare un tè, con lentezza
e chiederti, ancora una volta se tutto
è stato reale: le lucciole, la doccia dalla cisterna
le scarpe abbandonate sul tappeto.

Abbracciami, adesso
nella casa che abbiamo custodito
baciami con la parola, col capoverso e sará sempre
l’azzurro di una mattina a frastornare anche
il volo della rondine da quel cielo carico di mare.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...