Gli occhi conoscono
prospettive più solide
si difendono dalla notte, animano
ad ogni sguardo
le venature del legno, contano i tarli
e con pupilla tonda e fissa
si accorgono che l’abisso non è in basso
ma è una bocca aperta
che chiama per nome
tutti i pianti del mondo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...